Una giornata ad Helsinki, alla scoperta della capitale finlandese

Mi è capitato di recente di passare per Helsinki. Mi trovavo in Finlandia per lavoro ed ho avuto mezza giornata libera da passare in città. Se vi state chiedendo cosa fare ad Helsinki, l’itinerario che vi propongo è ottimo per una giornata in tranquillità, io avevo solo mezza giornata ed ho dovuto correre. In realtà ho avuto meno di mezza giornata perché le prime ore e ho passate chiuso in albergo per via di una tempesta di neve (chi ha seguito in diretta il viaggio nelle storie sui nostri social ha visto qual era la situazione) ma poi il tempo è cambiato totalmente ed è uscito il sole.

Quindi la prima cosa da tenere in conto è che il tempo (almeno nel mese di Aprile quando ho viaggiato io) può cambiare molto rapidamente da molto brutto a molto bello, siate quindi preparati dal punto di vista dell’abbigliamento.

Non vi so dire quanto ci vuole per visitare Helsinki compiutamente, ma questo breve itinerario potrebbe tornarvi utile anche in caso vi troviate a fare scalo nella capitale finlandese, magari perché state rincorrendo l’autora boreale e volete quindi raggiungere la Lapponia. Se lo scalo dura almeno mezza giornata potete raggiungere il centro e seguire questi suggerimenti che vi suggeriranno cosa vedere ad Helsinki in poche ore.

Come raggiungere il centro città

Dalla stazione ferroviaria dell’aeroporto di Helsinki-Vantaa partono i treni che hanno come unica destinazione la stazione centrale di Helsinki. Le linee sono due, la I e la P e percorrono in senso opposto il medesimo percorso ad anello, dunque potete prendere la prima che vi capita. La frequenza è ogni pochi minuti, il tragitto richiede circa 40 minuti ed il costo è di 4,10 Euro (questo biglietto consente di attraversare le aree A, B e C nelle quali è suddiviso il trasporto urbano di Helsinki). Il biglietto è unico per tutta la rete urbana di trasporti pubblici (compresa la metro), dunque all’arrivo in centro potrete ancora usarlo fino al termine della validità (90 minuti dopo l’acquisto).

Una giornata ad HelsinkiPer programmare il viaggio potete fare riferimento al sito ufficiale del servizio di trasporto pubblico di Helsinki. I biglietti si acquistano alle apposite macchinette automatiche nella stazione ferroviaria dell’aeroporto e nelle stazioni della metro.

Cosa vedere in una giornata o in mezza giornata ad Helsinki

Il percorso che vi propongo è ottimo per una visita rapida ad Helsinki. Parte dalla stazione ferroviaria centrale che sarà il punto in cui arriverete quando raggiungerete la città dall’aeroporto. Nei prossimi paragrafi troverete la descrizione dei luoghi che vi consiglio di raggiungere. A mia volta li ho ricevuti da una familiare che è finlandese, quindi sono super approvati anche dai local!

Palazzo del Parlamento finlandese

Il Palazzo del Parlamento finlandese si trova vicino alla stazione ferroviaria centrale, quindi è raggiungibile a piedi senza bisogno di prendere alcun mezzo pubblico. Si trova in Mannerheimintie 30 ed è stato inaugurato nel 1931. L’aspetto è molto massiccio e lo stile è un misto tra neoclassico e modernista. Lo vedrete troneggiare sopra ad una gigantesca scalinata.

L’interno del Parlamento è composto da cinque piani distinti collegati da una scala di marmo bianco. L’aula che ospita i 200 parlamentari si trova al primo piano. Lo si può visitare tramite visite guidate in inglese il sabato alle 11:00 ed alle 12:30 e la domenica alle 12:00 ed alle 13:30; in luglio e agosto anche alle ore 14:00 nei giorni feriali. Il martedì ed il venerdì è possibile vedere il Parlamento in seduta dal balcone del pubblico dell’aula.

Siccome, per via della pandemia, le visite guidate sono state sospese, vi consiglio di consultare la pagina ufficiale dedicata ai tour guidati per vedere quando riprenderanno e prenotare.

Helsinki July 2013-21.jpg
By AlvesgasparOwn work, CC BY-SA 3.0, Link

Oodi – La biblioteca centrale di Helsinki

Dall’altro lato della strada rispetto al palazzo del parlamento si trova la Helsinki Central Library, conosciuta con il nome di Oodi. Sono stato molto felice di visitare la biblioteca Oodi perché è un concetto di biblioteca che non avevo mai visto, completamente diverso rispetto alle biblioteche a cui siamo abituati qui in Italia. Intanto già la definizione che i finlandesi danno della Oodi è tutta un programma: living meeting place. Capite? Non un posto dove stare immobili a leggere senza che voli una mosca!

Certo, ci sono le sale di lettura dove la confusione non è gradita ma, principalmente, la biblioteca è vista come un luogo di incontro. Vi si possono prenotare spazi per incontri di lavoro o con la famiglia, ci si trova con gli amici ma non solo. Si può dire che c’è davvero di tutto, da una sala prove per suonare ad un laboratorio di additive manufacturing con le stampanti 3D, dalla sala giochi equipaggiata con potenti PC per il gaming alla “stanza segreta” pensata per leggere le favole ai bambini.

Pensate che, nel momento della mia visita, c’era un gruppo di donne che si sono ritrovate in biblioteca con macchine da cucire e ferri da stiro per lavorare in compagnia mentre si chiacchiera! Roba che se la si facesse in una biblioteca italiana ti caccerebbero a pedate, e l’ho trovato bellissimo.

Il tutto è condito da un’architettura modera veramente bella. Notevole la sala di lettura all’ultimo piano a forma di ponte di una nave e con enormi vetrate presso le quali posizionarsi per leggere o rilassarsi spostando le poltrone sparse nella sala. Se il tempo accompagna si può anche uscire all’esterno sulla terrazza con vista sulla città.

Nella grande piazza antistante, spesso si svolgono eventi e manifestazioni. Ad esempio io ho potuto assistere a balli della tradizione popolare da parte di un gruppo in costume tipico.

Una giornata ad Helsinki Biblioteca Oodi
La bellissima sala di lettura a forma di ponte di una nave della biblioteca Oodi

Palazzo presidenziale e del sindaco con affaccio sul mare e mercatino

Fate una passeggiata lungo l’Esplanade Park (o Espa), il cuore verde di Helsinki, un bel viale che porta al mare intorno al quale si trova il salotto buono della città. E’ piacevole camminare nel giardinetto che corre nel centro del viale dove potrete anche fermarvi a mangiare nel più antico ristorante della città, Kappeli attivo dal 1867. Situato alla fine dell’Esplanate e costruito in stile art nouveau, questo era il posto dove essere e dove essere visti ed ancora oggi è uno dei posti più ricercati della capitale finlandese.

Giunti al mare vi troverete al cospetto della city hall e del palazzo del Presidente della Finlandia che affacciano direttamente su una grande piazza Kauppatori (la piazza del mercato dove ci sono banchetti che vendono souvenirs e pesce fresco), proprio in riva al mare. Mi ha colpito come la facciata della city hall sia quasi più appariscente del palazzo presidenziale. Quest’ultimo, infatti, ha un aspetto più dimesso e, la sera, è anche meno illuminato. Come nota di colore sappiate che, se sul palazzo presidenziale è esposta la bandiera, vuol dire che il Presidente è in casa.

Il palazzo è in stile neoclassico e risale al primi anni del ‘900. Dapprima residenza di un facoltoso mercante, è successivamente diventato palazzo imperiale essendo stato eletto a dimora cittadina dello zar di Russia che era anche Granduca di Finlandia. Dunque, nonostante l’aspetto esteriore non particolarmente appariscente, l’interno è sontuoso come si conviene.

Il palazzo presidenziale è aperto per le visite, ma non sono riuscito a trovare informazioni in merito. Sicuramente sono state sospese per via della pandemia e probabilmente non sono ancora riprese (aggiornamento Maggio 2022). In ogni caso vi lascio qui la pagina relativa del sito ufficiale dell’ente del turismo di Helsinki dove sicuramente potrete trovare info aggiornate con il tempo.

Una giornata ad Helsinki Palazzo PresidenzialeCattedrale Ortodossa della Dormizione

Accanto al palazzo presidenziale scorre il canale Katajanokka, attraversato il quale si trova la collina dove sorge la cattedrale Uspenski ovvero la Cattedrale Ortodossa Russa della Dormizione. Salire sulla collina regala una vista sulla città e sul mare ed è un’ottima scelta per una passeggiata romantica, non per niente la balaustra del ponte per attraversare il canale è piena di lucchetti dell’amore.

La cattedrale Upenski ha la tipica architettura delle cattedrali ortodosse, con le cupole dorate che vegliano su di voi dall’alto e degli interni molto ricchi di decorazioni, davvero bellissimi. E’ una delle principali attrazioni turistiche della città ed ogni anno ospita anche numerosi concerti. Pensate che è considerata la chiesa ortodossa più grande di tutta l’Europa del nord e dell’ovest ed è stata consacrata nel 1868.

Al suo interno, tra le notevoli opere d’arte Russo-bizantina, è conservato uno dei più grandi tesori spirituali della Chiesa Ortodossa Finlandese: l’icona Kozelshchyna della Madre di Dio. La storia di questa icone è piuttosto rocambolesca: è stata rubata (insieme ad altri gioielli del tesoro della cattedrale) nel 2010 e ritrovata un anno dopo sotterrata a Turku (a poco meno di 200 km di distanza). Durante i restauri si è scoperto che si tratta della copia di un’icona che si trova nel monastero di Kozelshchyna in Ucraina.

La cattedrale della Dormizione è aperta e visitabile tutti i giorni infrasettimanali mentre, il sabato e la domenica, è aperta solo per le funzioni sacre. Io l’ho visitata di sabato e l’unica cosa che ho potuto fare è stata scattare fugacemente una fotografia attraverso i vetri della porta di ingresso. La Chiesa Ortodossa di Finlandia è una chiesa autonoma che afferisce al Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli.

Una giornata ad Helsinki Cattedrale Della Dormizione UspenskiCattedrale Luterana della Parrocchia Svedese-Finlandese di Helsinki

Scendendo ora dalla collina e riattraversando il canale Katajanokka, recatevi alle spalle del palazzo presidenziale e della city hall. Troverete la piazza del Senato (Senaatintori) e la bellissima e monumentale Cattedrale Luterana. In stile neoclassico, consacrata nel 1852, troneggia dalla cima di un’enorme scalinata sulla piazza e la città sottostanti. Originariamente dedicata a San Nicola (dedica scelta anche in onore allo zar Nicola I di Russia), oggi è semplicemente chiamata Cattedrale di Helsinki.

A differenza delle chiese cattoliche ed, ancora di più, di quelle ortodosse, le chiese luterane (e quelle riformate più in generale) sono estremamente spoglie nel loro interno. La cattedrale di Helinki ospita, comunque, alcune statue; in particolare si tratta di statue “dei riformatori”, tra le quali spicca quella di Martin Lutero mentre, sull’esterno dell’edificio, ci sono statue dei 12 apostoli. Le uniche parti finemente decorate dell’interno sono l’altare ed il coro con decorazioni in oro e statue di angeli.

Lo stile della chiesa, nel complesso risulta fine ed elegante e l’acustica interna è ottima. Ho avuto il privilegio di assistere alle prove generali del concerto di Pasqua (La Passione di San Matteo) con l’orchestra ed il coro della cattedrale e vi posso garantire che è stato un momento magico.

La si può visitare dal lunedì al sabato dalle 9 alle 18 lasciando un contributo (non obbligatorio) di 5 €. C’è anche una cripta (che non ho potuto visitare in quanto aperta solo nei mesi estivi), accessibile dall’interno della cattedrale tramite un ascensore oppure dall’esterno recandosi sul retro della cattedrale in Kirkkokatu 18.

La vista dalla cima della grande scalinata di ingresso spazia sulla piazza del senato e sulla città ed è bellissima. Mi è sembrato un posto molto rilassante e perfetto per sedersi un po’ a godersi il posto o la compagnia di qualche amico.

Una giornata ad Helsinki Cattedrale LuteranaMuseo Nazionale della Finlandia

Non lontano dalla stazione ferroviaria di Helsinki da cui è partito questo breve itinerario (ma dalla parte opposta rispetto alla biblioteca Oodi ed al Parlamento), si trova il Museo Nazionale della Finlandia. Si tratta di un museo storico-culturale interattivo che contiene la più completa ed antica collezione sulla storia e la cultura del paese nordico dall’antichità fino ai giorni nostri.

Anche se le sue attività sono sparse in dieci differenti località (tra musei e castelli) in tutto il paese, la sede principale si trova ad Helsinki in Mannerheimintie 34, in un edificio che, dall’esterno, può tranquillamente sembrare un’imponente chiesa gotica. Pensate che è anche dotato di torre campanaria!

Ve lo segnalo come possibilità interessante per conoscere la storia la cultura del paese e per vedere alcuni reperti speciali come il trono dello zar Alessandro I o il muro a cui sono appese cuffie da cui sentire musica heavy metal. A quanto pare i finlandesi amano questo genere musicale! E sapevate che la Finlandia è stato il secondo paese al mondo (dopo la Nuova Zelanda) a dare il diritto di voto alle donne?

L’ingresso costa 15 € (14 online), gratis per i minori di 18 anni. Ingresso gratuito il venerdì dalle 16 alle 18 ed in occasione delle festività del 18 maggio (giornata internazionale dei musei) e del 12 giugno (Helsinki day).

Kansallismuseo Helsinki.jpg
By MahlumOwn work, Public Domain, Link

Ma l’Aurora Boreale si vede da Helsinki?

Non so a voi ma, a me, parlando di un paese nordico viene in mente una sola cosa prima di qualunque altra, ovvero l’Aurora Boreale. Dunque la domanda sorge spontanea: già che sono ad Helsinki per una giornata, riuscirò a vedere l’Aurora Boreale?

Intanto iniziamo col dire che il periodo migliore per vedere l’aurora boreale va da settembre a marzo e che, ovviamente, per vederla bisogna attendere la notte nelle giornate di maggior attività solare.

Ed ora le dolenti note: la risposta alla nostra domanda, purtroppo, è … molto probabilmente no. Intendo dire che, se nel nord del paese, nei mesi invernali è possibile vedere l’aurore boreale quasi tutti i giorni quando il cielo è sereno (e quest’ultimo dettaglio può fare parecchio la differenza), le possibilità di vedere l’aurora boreale da Helsinki, che si trova nel sud della Finlandia, sono molto minori e si riducono mediamente a circa tre notti al mese, sempre sperando nel bel tempo.

Ciò è dovuto al minor numero di ore di buio ed alla differenza di latitudine rispetto alle zone più vicine al polo. La probabilità che il nostro unico giorno in città sia proprio uno di quei tre giorni al mese e che, per di più, il cielo sia sereno e, purtroppo, tendente allo zero. Ma se siete in città solo per un breve scalo prima di raggiungere la Lapponia o, comunque, luoghi più a nord, allora non vi resta che incrociare le dita per i prossimi giorni del vostro viaggio!

In ogni caso vi lascio questo bellissimo sito che mostra in tempo reale l’ovale aurorale e la probabilità di vedere l’aurora in questo momento in qualunque parte del mondo. Ve lo lascio centrato su Capo Nord (il cerchietto verde che vedere sulla mappa) ma potete trascinare il cerchietto dove volete con il mouse per poi leggere (nell’angolo in basso a sinistra) la probabilità di vedere l’auora. Potete anche trascinare la mappa con il mouse per analizzare altre regioni del globo (ad esempio potete anche vedere l’ovale aurorale australe!).

Una giornata ad Helsinki – Come muoversi in città

Helsinki è fornita di un capillare ed efficiente sistema di trasporto pubblico basato su bus, tram e metropolitana. La rete è divisa in aree concentriche contrassegnate da lettere ed il biglietto che vi serve per girare il centro cittadino è quello di fascia A+B che è unico per autobus, tram e metro. Costa 2,80 € (aggiornamento Maggio 2022) ed ha validità di 90 minuti.

Una giornata ad HelsinkiComunque la zona dove si trovano le attrazioni di cui vi ho appena parlato in questo articolo è centrale, abbastanza ristretta e dunque girabile tranquillamente a piedi come ho scelto di fare io. Tra l’altro, girare le città a piedi è sempre, secondo me, la soluzione migliore perché consente di “sentire” meglio l’anima di un posto e di apprezzarne sfumature ed atmosfere. Io vi consiglio, quindi, di farlo anche nel caso di una visita mordi e fuggi di una sola giornata come quella di cui stiamo parlando.

Se, però, volete muovervi con i mezzi pubblici, potete usare il sito del servizio per programmare il percorso. I biglietti possono essere acquistati online se installate la app del servizio di trasporto, altrimenti potete acquistarli a terra tramite apposite macchinette automatiche. Questo sito è lo stesso che vi ho già indicato per pianificare il percorso da e per l’aeroporto.

Ravintola, ovvero dove mangiare ad Helsinki

Quando si visita un paese straniero, è sempre bene imparare qualche parola nella lingua locale. Cose semplici come buon giorno, grazie, arrivederci, che ciascuno ha piacere di sentirsi rivolgere nella propria lingua madre da uno straniero. Io ho imparato Ravintola. Una parola che mi piace tantissimo per come suona e perché riempie bene la bocca e non a caso: se la trovate scritta da qualche parte, significa che lì… si mangia! ‘Che va bene imparare qualche parola per essere gentili con le persone ma nella vita ci sono pur sempre delle priorità.

Ravintola significa, appunto, ristorante e, se avete voglia di una cena a base di cucina tipica finlandese, allora dovete assolutamente andare da Konstan Möljä. Questo piccolo locale arredato come un’antica taverna di pescatori si trova in pieno centro storico, è frequentato sia dai turisti che da molti locals; in particolare, dalle famiglie. Offre ad un prezzo assolutamente normale, cucina tradizionale buonissima servita a buffet (modalità che mi dicono essere molto usata a queste latitudini).

Una giornata ad Helsinki Konstan MoljaQui ho mangiato una cena davvero ottima ed abbondante (questa non è una pubblicità) a base di zuppe, carne di renna, salmone, aringhe, funghi, verdure ed una serie di cose dal nome impronunciabile davvero buone anche se non so cosa siano! Specialmente nei fine settimana è consigliata la prenotazione che può anche essere fatta online sul loro sito. Il locale mi è stato consigliato da un collega italiano che abita ad Helsinki ed ha sposato una finlandese e direi che è stato un ottimo consiglio.

Per una veloce merenda quando il clima lo consente, invece, è abitudine dei ragazzi sedersi sull’enorme scalinata della cattedrale luterana (in piazza del Senato) a gustare un gelato. Se volete fare una cosa molto local ma senza mettere troppo alla prova il vostro palato con sapori a cui non siete abituati, questa è sicuramente una buona possibilità.

Se, invece, siete in citta con la vostra dolce metà e volete qualcosa di romantico, allora vi consiglio di fare un picnìc ai piedi della cattedrale ortodossa della Dormizione da dove godrete di uno stupendo panorama della città e sul mare con le cupole d’oro scintillanti alle vostre spalle.

WHERE DO WE GO NEXT?

Informazioni utili

Sistema di trasporto pubblico di Helsinki: https://www.hsl.fi/en

Tour guidati del palazzo del parlamento finlandese: https://www.eduskunta.fi/EN/naineduskuntatoimii/vierailulle_eduskuntaan/Pages/default.aspx

Oodi – Biblioteca Centrale di Helsinki: https://www.oodihelsinki.fi/en/

Info per le visite al palazzo del Presidente della Finlandia: https://www.myhelsinki.fi/en/see-and-do/sights/presidential-palace

Cattedrale Ortodossa della Dormizione: https://www.hos.fi/en/

Cattedrale Luterana di Helsinki: https://www.helsinginseurakunnat.fi/en/index/helsingintuomiokirkko.html.stx

Museo Nazionale della Finlandia: https://www.kansallismuseo.fi/en/kansallismuseo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.