Crea sito

Cima Rocca Bianca e lago d’Envie con i bambini

Se cercate un trekking facile da fare con i bambini che consenta di avere al soddisfazione di raggiungere una vetta, questo è quello che fa per voi. Amiamo la montagna ed ogni occasione è buona per fare un po’ di trekking. Ovviamente cerchiamo di trasmettere questa passione anche al piccolo bisonte e lui sembra apprezzare. In questo articolo vi proponiamo la camminata per Rocca Bianca ed il lago d’Envie.

Non è la prima punta che il piccolo bisonte raggiunge. Il “battesimo delle vette” l’ha avuto a quattro anni durante un fine settimana particolarmente sfigato sul Lago Maggiore. Per “dare un giro” alla situazione decidemmo di cambiare il programma ed il week end finì con il botto e con l'”ascesa” sul monte Morissolo. In realtà questa cima è decisamente facilitata dalla strada di accesso alle fortificazioni della Linea Cadorna che arrivano a pochi metri dalla vetta ma, per lui, fu un grande traguardo. Se volete leggere il resoconto per, magari, prendere spunto per un fine settimana sul Lago Maggiore, lo potete trovare qui.

Quella di cui vi parliamo oggi è, invece, la prima vetta che si è realmente conquistato! Ovviamente parliamo di un percorso molto semplice e con un dislivello non eccessivo ed adatto anche a bambini più piccoli di lui. Ci troviamo nella piccola stazione sciistica di Prali, in Val Germanasca (TO).

Rocca Bianca e Lago d'EnvieRocca Bianca e Lago d’Envie, percorso e descrizione

Il trekking verso Rocca Bianca ed il Lago d’Envie è un percorso abbastanza classico della Val Germanasca perché è molto semplice ed adatto a tutti, anche a chi non è molto allenato o ai bambini, garantisce paesaggi bellissimi e regala la soddisfazione di raggiungere una bella punticina ed un po’ di relax a bordo lago.

I più esperti potranno salirci anche d’inverno con le ciaspole o gli sci da alpinismo ma la cosa è decisamente più impegnativa (e rischiosa) e non ne parliamo qui.

Rocca Bianca e Lago d'EnvieIl percorso parte dalle cave di marmo di Ghigo di Prali, che si raggiungono con una strada sterrata dalla frazione Indiritti. Lasciata l’auto bisogna raggiungere a piedi i resti dell’antica teleferica che serviva le cave, lì si trova l’attacco del sentiero. Il percorso d’apprima è nel bosco per poi uscire allo scoperto e raggiungere il colle Balma. Al colle si trova l’incrocio che consente, a sinistra, di raggiungere la vetta di Rocca Bianca ed, a destra, il Lago d’Envie.

Noi abbiamo scelto di salire prima sulla vetta, lungo il percorso si costeggiano i ruderi di una ex casermetta militare per giungere, in cima, alla croce dove potrete anche scrivere i vostri pensieri sul libro di vetta. Noi ovviamente abbiamo dimenticato la penna in auto quindi non l’abbiamo potuto fare. Ci siamo consolati con lo stupendo panorama che abbraccia la val Germanasca da un lato e conca Cialancia dall’altro.

Rocca Bianca e Lago d'Envie cimaPausa pranzo in vetta, poi siamo scesi verso il colle Balma e abbiamo preso il sentiero verso il Lago d’Envie che abbiamo raggiunto in circa un’ora. Per questo secondo pezzo di gita non sono necessarie particolari informazioni nel senso che, dalla cima della vetta, è sufficiente riscendere al colle Balma e seguire l’apposito cartello. Si imboccherà una bella mulattiera militare che, in circa un’ora, porta al lago con un percorso praticamente pianeggiante a parte il piccolo tratto terminale. Insomma, arrivarci è davvero semplice.

Rocca Bianca e Lago d'Envie lagoPer il ritorno si ripercorre semplicemente a ritroso il percorso dell’andata. Sviluppo totale del percorso da auto ad auto compresa la deviazione verso il lago d’Envie è di circa 15.6 km.

Noi abbiamo un fuoristrada quindi non abbiamo avuto problemi a raggiungere le cave ma, se non ve la sentite di percorrere il tratto sterrato (in alcuni punti un po’ ripido), potete lasciare l’auto ad Indiritti al termine della strada asfaltata (attenzione perché i posti auto sono davvero pochi) e partire direttamente a piedi da lì aggiungendo circa un’ora al percorso.

Se avete lasciato l’auto ad Indiritti, al momento di tornare a valle potete scegliere il sentiero che dal lago (un po’ prima in realtà) scende direttamente alla frazione e fare, così, un percorso ad anello (trovate qui la descrizione del sentiero Lago d’Envie – Indiritti).

Rocca Bianca e Lago d'Envie cartelliInformazioni tecniche per raggiungere la vetta di Rocca Bianca

  • Partenza: Cave di marmo di Ghigo di Prali (TO)
  • Arrivo: vetta Rocca Bianca
  • Quota cima: 2384 m
  • Dislivello: 387 m
  • Tempo di percorrenza: 1h 40′ a passo di bambino di 7 anni.
  • Difficoltà: Facile
  • Ritorno: dallo stesso sentiero dell’andata
  • Attrezzatura necessaria: scarponcini da montagna ed abbigliamento tecnico

WHERE DO WE GO NEXT?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *