Crea sito

Sciare con i bambini a Sestriere sulla Via Lattea

Lo sci è uno sport che ci piace tantissimo, ne siamo stati iniziati fin da bambini dai nostri genitori per cui per noi è sempre stato ovvio che avremmo insegnato a sciare al piccolo bisonte appena avesse raggiunto l’età adeguata. Ma dove sciare con i bambini in Piemonte?

Fino ad ora è un problema che non si era posto in quanto lui non aveva ancora imparato. Abbiamo iniziato a fargli prendere confidenza con il mezzo a 3 anni con quegli sci giocattolo che si allacciano ai doposci con delle cinghiette: delle speci di trappole mortali che lui, grazie sicuramente alla protezione di qualche santo in paradiso, riusciva a dominare senza problemi. Potete vedere i suoi primi tentativi nella seconda parte del video in questo articolo.

A 4 anni ha messo gli sci veri nei piedi per la prima volta ed ha imparato i primi rudimenti sul baby nella nostra stazione sciistica preferita. Questo punto merita un approfondimento: tutta la nostra famiglia è malata di sci e gli sci che ha usato a 4 anni li ha ricevuti in regalo dagli zii. Quello che non sapevamo è che glie li avevano comprati il giorno in cui è nato, per poi regalarglieli quando sarebbe venuto il momento. Quando si dice un destino segnato!

Adesso che ha 5 anni ha imparato a prendere lo skilift, ha migliorato un po’ la tecnica e l’abbiamo ritenuto pronto per il grande “debutto in società” ovvero per sciare per la prima volta sulle piste “dei grandi”.

sciare con i bambini a sestriereDove sciare con i bambini in Piemonte?

Dove portarlo? In Piemonte ci sono una valanga di stazioni sciistiche ma noi ne conosciamo solo qualcuna. E’ vero che abbiamo sempre sciato e che abbiamo sempre adorato sciare in famiglia ma è anche vero che siamo stati sempre piuttosto “monotematici” nella scelta delle località. Molti posti sicuramente sono perfetti per una vacanza sugli sci per famiglie ma noi abitiamo ad un tiro di schioppo da alcune stazioni molto belle e siamo sempre andati lì.

Purtroppo, però, il nostro posto preferito ha piste forse ancora un po’ troppo tecniche per lui, soprattutto adesso che siamo a fine stagione e la neve non è più il massimo. Altre stazioni note per sciare con i bambini in Piemonte sono per noi troppo lontane o scomode, oppure non le conosciamo.

Poi è capitata l’occasione di una collaborazione con la Federazione Internazionale Sci ed il comprensorio della Via Lattea a Sestriere (TO) in occasione della Coppa del Mondo di sci alpino ed abbiamo pensato che fosse l’occasione perfetta.

sciare con i bambini a sestriere
Eravamo talmente presi dallo sci che non abbiamo scattato foto panoramiche. Questa è di un paio di settimane prima durante i campionati mondiali.

Sciare con i bambini a Sestriere è una cosa molto gettonata per via della grande varietà di piste e della loro ampiezza ma, magari, con bimbi un po’ più grandi. Noi, però, conosciamo bene il comprensorio (è uno di quelli vicino a casa) e sappiamo che molte piste sono, almeno in teoria, alla sua portata. Abbiamo, quindi, deciso di salire al colle per verificare di persona se bambini così piccoli ed inesperti possono essere portati a sciare nel comprensorio della Via Lattea.

Quando glie lo abbiamo detto non stava più nella pelle. Lungo la strada era eccitato come pochi altri al mondo.

La nostra esperienza: sciare con i bambini a Sestriere sulla Via Lattea

Appena arrivati sul posto Daniele si è reso conto che le cose che lo impaurivano erano più di quelle che lo eccitavano ed ha iniziato ad esprimere qualche dubbio ma noi abbiamo provveduto a tranquillizzarlo e ad infondergli una generosa dose di fiducia. Così è stato superato il primo ostacolo: la seggiovia.

Potrebbe non sembrare una cosa così preoccupante ma lui è ancora piccolo ed il seggiolino troppo alto perché possa salirci da solo. Per fortuna molti impianti sono da 4 posti quindi, con noi ai lati che lo aiutavamo, non ha avuto alcun problema né a salire né a scendere.

sciare con i bambini a sestrierePer scaldare i muscoli gli abbiamo fatto fare una pista davvero semplice: quella che da Sestriere scende verso Borgata ma, giunto quasi a metà, ha avuto un primo momento di crisi: la pista era molto affollata e lui aveva costantemente paura che qualcuno lo investisse.

Visto che non riuscivamo a fargli passare questa paura, abbiamo optato per modificare la difficoltà a cui mandarlo incontro: non una pista facile ma affollata bensì una poco affollata ma più difficile. Così siamo saliti in seggiovia fino ai quasi 2700 metri del Monte Motta per affrontare la lunga pista che scende fino ai 1850 metri di Borgata. Lui è partito tranquillo perché non c’era confusione ma poi è andato in panico perché la neve era placcata e, per lui, tutt’altro che semplice. Qui non si trattava più di fidarsi del fatto che gli altri non ti vengano addosso: qui il problema lo si poteva risolve solamente con le proprie capacità.

Dopo una nuova infusione di fiducia su ciò che lui sa già fare, qualche insegnamento aggiuntivo ed un toast (perché oltre alla fiducia ci vuole anche l’energia!) si è lanciato in un allegro: “Dai, partiamo che io sono caldo!” e da lì non si è più fermato. Con il suo spartineve è andato ovunque, fin dall’altro lato della valle da dove abbiamo preso l’ovovia per salire sul Fraiteve nuovamente a circa 2700 metri (un’altra esperienza nuova per lui e super emozionante). Da lì volevamo fargli fare la pista che riscende a valle ma il carabiniere in servizio ci ha sconsigliato di farla con lui in quanto troppo ghiacciata.

Non importa: il comprensorio è talmente vasto che c’è solo l’imbarazzo della scelta, infatti si può scegliere tra ben 250 piste e 70 impianti di risalita e, per un po’ di pausa baby friendly, a Sansicario e Sauze d’Oulx ci sono due Baby Fun Park con gonfiabili. Noi però non ne abbiamo approfittato: il percorso da fare per arrivarci da dove ci trovavamo noi era lungo e, comunque, Daniele non voleva saperne di mollare gli sci.

sciare con i bambini a sestriereSe, invece, la pausa che volete fare è per soddisfare i morsi della fame, lungo le piste ci sono ben 30 rifugi!

Bisogno di un maestro? 14 scuole di sci/snowboard per oltre 800 maestri sono ad attendervi sul colle.

Insomma, una giornata davvero stupenda ma molto stancante. Alla fine, ormai esausto, ha mangiato una bella merenda e poi ha sentenziato: “E’ stato bellissimo, non vedo l’ora di tornare!”. Quindi che dire? Sciare con i bambini sulla Via Lattea si può? DECISAMETNE SI’!

Un’altra cosa interessante è che i bambini al di sotto degli 8 anni pagano solamente 10 Euro per sciare in tutto il comprensorio e, considerando che i costi di questi grandi resort sono elevati, questo consente di ridurre notevolmente l’impatto sul budget familiare. Tra l’altro, per saltare la coda è possibile acquistare online gli skipass a questo link.

WHERE DO WE GO NEXT?

Informazioni utili

Tariffario Via Lattea: https://www.vialattea.it/Portals/0/Docs/Skipass/prezzi%20giornalieri.pdf?ver=2016-09-16-150453-723

Mappa delle piste: https://www.vialattea.it/Ski-Area/Ski-Map

Come arrivare: https://www.vialattea.it/Ski-Area/Come-arrivare

Che tempo fa? Guarda le webcam prima di partire per renderti conto da solo: https://www.vialattea.it/Multimedia/Web-Cam

Post in collaborazione con Vialattea e FIS Ski.

Maggiori dettagli alla pagina collaborazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *