Buon anno! Felice Anno Nuovo!

Eccoci di nuovo a voi con il consueto ritardo: non siamo proprio in grado di scrivere dei post al momento giusto! Ce la mettiamo tutta ma è più forte di noi. Dopo aver pubblicato il post con gli auguri di Natale e la ricetta per fare i Gofri a casa il 30 Dicembre, vi facciamo i nostri auguri di Buon Anno ad anno iniziato. Ma da poco, eh!

Buon Anno!
Buon Anno!

Iniziamo l’anno nuovo con un selfie di famiglia che immortala un inizio di 2018 felice sulla neve, il nostro elemento preferito. Una foto che rappresenta noi perché, nel 2018, vogliamo ricominciare proprio da lì: da noi. Perché ce lo meritiamo, perché dopo tante batoste vogliamo prendere l’impegno di volerci più bene e di fare ogni cosa possibile che ci faccia star bene e ci faccia sentire “voluti bene”.

Poche righe per augurare Buon Anno a chi ha avuto un 2017 stupendo, perché si può sempre migliorare ed a chi, invece, il 2017 lo vorrebbe dimenticare (come noi), perché non può che andar meglio.

Buon Anno a chi ha grandi progetti perché li possa realizzare ma non tutti: no, almeno uno deve rimanere nel cassetto perché come faremmo senza aver sempre qualcosa da sognare e da progettare?

Buon anno a chi progetti non ne ha, né grandi né piccoli, perché possa trovare l’energia e la voglia per sognare e progettare in grande, per lanciarsi in fantasticherie che non si realizzeranno mai ma che riempiono e scaldano il cuore. Sì perché il freno alla nostra gioia ed al nostro sentirsi realizzati siamo noi stessi ed è inutile cercare capri espiatori. Dunque tiriamoci su le maniche! Non è un problema avere dei problemi ma non fare ogni cosa possibile per risolverli.

Buon Anno a chi ci è vicino ed a chi ci vuole bene da lontano. A chi ne ha passate più di quante avrebbe voluto ed a chi, beato lui, non ha ancora dovuto affrontare grandi salite.

Siccome questo è un blog di viaggi in famiglia, Buon Anno a voi ed alle vostre famiglie. Che sia un 2018 all’insegna del voler bene anche a voi stessi così che le vostre famiglie vi abbiano sempre felici e realizzati.

Ed a te che leggi, sì, proprio a te singolarmente: Buon Anno! E Buon Anno a chi vuoi tu, per un 2018 che non si scordi più.

Che poeti, eh!

Auguriamo a noi, come a tutti voi, di non fare come spesso ci siamo ritrovati a fare l’anno scorso: smettiamo di pensare che la felicità stia sempre da un’altra parte, smettiamo di rimpiangere ieri ed aspettare domani. La felicità è qui ed ora! Qualunque cosa stiamo facendo. Perché la felicità, come la neve, è uno stato mentale.

Gli auguri sono finiti ma non penserete mica di esservela cavata così, eh? Eh, no! Vi lasciamo anche il primo videozzo del 2018, con qualche prima prova con la Sony a5100 per vedere come va e gli auguri “dal vivo” dal nostro esilio montano senza wifi e quasi senza cellulare. Figata!

Precedente I Gofri, una tradizione natalizia delle valli Olimpiche Successivo Mercatini di Natale di Montreux in camper – Incontriamo Babbo Natale nella terra dei dinosauri – Parte I

Lascia un commento

*